Provincia TerniToday

Proiezioni e ologrammi per raccontare la scienza, Galileo e i Lincei: entro la primavera un gestore per palazzo Cesi

Il bado sarà emanato dalla Provincia. Soddisfazione del Comune di Acquasparta per il nuovo centro esperenziale

A un anno dall'anteprima, si delinea il futuro di palazzo Cesi. Era il marzo del 2019 quando venne presentato il progetto per la realizzazione di un Centro esperienziale ed emozionale dedicato alla prima Accademia dei Lincei, nata proprio ad Acquasparta nel 1603. Un approccio innovativo e coinvolgente finanziato dai Fondi Por-Fesr e che ha visto prima linea il Comune di Acquasparta, la società Euromedia per la realizzazione degli elementi multimediali, con il fondamentale supporto scientifico del professor Gilberto De Angelis. Due anni di lavoro intenso con l'obiettivo di riscrivere la stessa funzionalità e utilizzo del palazzo simbolo di Acquasparta, affidato al Comune dall'Università negli anni passati dopo trattative quasi estenuanti.

Ma ora il futuro pare chiaro: nell'ultimo anno, in cui la questione sembrava essere rimasta sospesa, si è provveduto all'efficientamento energetico del palazzo e al completamento del nuovo Centro esperienziale. Proprio ieri il Comune ha emanato la delibera di giunta che, come afferma l'assessore alla cultura Guido Morichetti “da il via all’iter per la pubblicazione del nuovo Bando ai fini dell’assegnazione della gestione del Palazzo e del museo. E’ un importante passo in avanti verso la piena realizzazione di rilancio di un Borgo che anno dopo anno sta riscoprendo la propria identità culturale di primo piano”.

La gara per la gestione

L'emanazione del bando sarà a cura della Provincia di Terni che entro due mesi, potrà assegnare la concessione al nuovo gestore. “Si spera – continua Morichetti - che vista l’importanza del sito, per storia, per consistenza culturale, per le sue bellezze artistiche ed architettoniche, per le diverse tipologie delle location, per le infinite variabili gestionali e gli sviluppi interessanti a cui già, l’amministrazione comunale sta lavorando, il bando sia di richiamo per operatori di alto livello nazionale”.

“Per la primavera – conclude l'assessore - oltre all’assegnazione del palazzo al nuovo gestore, sono previsti numerosi eventi già in programma e volti alla valorizzazione dello stesso: a marzo, il lancio cinematografico del corto su Galileo Galilei realizzato da Euromedia e finanziato dalla fondazione Carit, coinvolgerà scuole e istituzioni che potranno partecipare anche ad una lectio magistralis del Prof. Lino Conti. L’evento darà il via ad una serie di appuntamenti sia di respiro culturale che di intrattenimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento