Provincia TerniToday

46° edizione della Giostra dell’Arme on fire: “Sfiorate le 150 mila presenze”

Il bilancio del presidente dell’Ente Giostra David De Santis: “Un’altra edizione di grande successo. La Giostra cresce e appassiona il pubblico”

San Gemini

Si è conclusa con l’affermazione del Rione Piazza la 46° edizione della ‘Giostra dell’Arme’ a San Gemini. Un appuntamento ormai irrinunciabile per i migliaia di visitatori provenienti dai territori circostanti, ma non solo. Un vero e proprio susseguirsi di eventi, mostre, spettacoli, rievocazioni distribuiti lungo i sedici giorni previsti dal calendario. Naturalmente grande spazio hanno avuto le ‘taberne rionali’ dei rioni Rocca e Piazza. Successo confermato dai numeri in termini di partecipazione: sono state sfiorate infatti le 150 mila presenze in uno dei borghi più belli d’Italia.

David De Santis: “Un’altra edizione di successo”

“Quella appena conclusa - dichiara il presidente dell'Ente Giostra David De Santis - è stata un'altra edizione di grande successo. Una Giostra che cresce e che appassiona il pubblico con una miriade di manifestazioni, culminata nell'appassionante sfida finale che ha visto vincitore il rione Piazza, dopo una gara combattuta fino all'ultima tornata. Gli obiettivi che ci eravamo dati, sono stati tutti raggiunti con un lavoro di squadra encomiabile, permeato da spirito di sacrificio ma anche da grande passione, premiato dalla soddisfazione per il successo ottenuto. Oltre alla riuscita dell'evento in termini di organizzazione e di pubblico, si è raggiunto l'intento, per noi molto importante, di rendere questa nostra festa strumento di riqualificazione e valorizzazione del territorio. – sottolinea De Santis - Giusto il tempo di goderci e festeggiare insieme la meritata buona riuscita della manifestazione e già iniziamo a prepararci per l'edizione 2020 con il grande carico di energia ed entusiasmo raccolto da questa edizione, sostenuti da passioni intense e da una comunità forte che si lega ogni anno di più attorno a questo progetto per la crescita di San Gemini e delle nostre tradizioni popolari. Nel ringraziare ancora una volta tutti coloro che hanno contribuito a questo bellissimo risultato - chiosa il presidente - do appuntamento al prossimo anno dove indubbiamente ci saranno ancora più novità per non perdersi questo grande evento".

Luciano Clementella: "Quando San Gemini chiama voi rispondete"

Il primo cittadino Luciano Clementella, nella giornata di domenica in apertura dei Giochi, ha redatto un bilancio dell’edizione numero 46 della Giostra: “Un’edizione speciale per me e per noi: la prima di questa nuova amministrazione che rappresento. Siamo stati coinvolti dagli organizzatori e noi, con grande impegno, ci siamo tuffati dentro agli eventi, dando ognuno il meglio di noi stessi. San Gemini è contenitore di qualità nelle manifestazioni, nelle rievocazioni, nelle mostre d’arte e lo sarà sempre di più. Questo è il nostro obiettivo: ha attratto tantissimi visitatori e turisti ed il merito va a chi con cuore, passione ed impegno ogni anno si prodiga per la migliore riuscita di questo evento. Non li sto a nominare tutti poiché la lista sarebbe lunghissima. Una menzione particolare voglio farla ai tantissimi volontari che con le proprie mani ed il proprio cuore danno un continuo apporto alla riuscita di questa manifestazione, risorse preziose e insostituibili di questo bellissimo paese, sempre più attraente. Quando San Gemini chiama voi rispondete. E se questa è la risposta non possiamo che esserne orgogliosi”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto no-cost, dopo il bluff arrivano le manette: arrestato l’amministratore della Vantage Group

  • Il saluto speciale di Daniela ai suoi clienti: “Vi terrò tutti nel mio cuore”

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento