Provincia TerniToday

“Liste d’attesa e ambulatori lontani, siamo spesso costretti a rinunciare alle cure”

Grido d’allarme dei pensionati dello Spi Cgil: ecco cosa non va nel distretto sanitario di Amelia. Assemblea del direttivo: Sergio Saleppico confermato alla segreteria

La sanità che non va. A scattare la fotografia sono i pensionati dello Spi-Cgil del Narnese-Amerino che in questi giorni si sono riuniti in congresso per fare il punto della situazione del territorio ed individuare la nuova segreteria.

Tra le emergenze, quella che ha destato la maggiore attenzione riguarda la condizione del distretto sanitario in via Primo Maggio ad Amelia afflitto da una serie di problematiche che sarebbero “invalidanti per diverse categoria di persone, come anziani, invalidi e mamme col carrozzino”.

Parte dell’accesso e della scalinata, a causa di lesioni sui muri - scrive in una nota lo Spi Cgil - risultano da molto tempo chiusi mentre nella parte retrostante, che permette di accedere al parcheggio, per evitare il ristagno dell’acqua piovana è stata posizionata della ghiaia che, al passaggio delle persone si muove, risultando pericolosa e impedendo di fatto l’accesso a chiunque abbia problematiche di deambulazione. Nonostante varie segnalazioni - incalza lo Spi - e varie cadute in terra anche dolorose di diverse persone, nulla si è ancora mosso. Eppure, considerando anche l’allungamento dei tempi di realizzazione della casa della salute, un intervento immediato nella sede attuale, non è più rinviabile”.

La denuncia sindacale affronta poi il capitolo delle prestazioni sanitarie e delle visite mediche specialistiche e strumentali, che si svolgerebbero “in un clima di grave disagio dovuto sia alla lunghezza delle liste di attesa, sia alla distanza dei luoghi in cui tali prestazioni vengono erogate, spesso troppo distanti dai pazienti e difficilmente raggiungibili”. Problemi a cui si aggiunge “la mancata presa in carico del paziente da parte del medico specialista. Le prestazioni sanitarie devono avvenire all’interno del territorio della Asl di appartenenza, in particolare per le persone di oltre 65 anni. Anziani spesso soli o con difficoltà ad essere accompagnati in ospedali troppo lontani da casa, che in alcuni casi si vedono addirittura costretti a rinunciare alle cure, con gravi danni per la salute”.

Tutte questioni che sono state raccolte in una petizione con centinaia di firme e che ora verrà sottoposta all’attenzione dei vertici della Asl 2 dell’Umbria.

Ai lavori congressuali hanno partecipato 42 delegati eletti nelle 21 assemblee pre-congressuali, per una discussione che ha coinvolto complessivamente oltre 900 iscritti al sindacato pensionati della Cgil. L’assemblea si è conclusa con l’elezione del nuovo direttivo, che ha riconfermato come segretario dello Spi Cgil del Narnese-Amerino Sergio Saleppico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli operai dell’Acciai Speciali Terni a Carta Bianca su Rai 3: “Salvini ha perso una grande occasione”

  • Terni on, la notte bianca è iniziata: le foto e gli eventi della serata

  • Foro boario, il mercato chiude i battenti: via gli operatori entro la fine dell’anno

  • I vigili del fuoco salvano una ragazza finita nel fiume Nera

  • Incidente stradale, tamponamento a catena: sei i feriti

  • Elezioni regionali, l’alleanza giallorossa scommette sulla candidatura di Fausto Cardella

Torna su
TerniToday è in caricamento