Provincia TerniToday

Lotta alla droga, la Comunità Incontro nelle piazze dello spaccio per combattere le dipendenze

Amelia, via ai nuovi progetti di Molino Silla grazie anche al contributo della Fondazione Carit. E nascono i giardini terapeutici per aiutare anche chi soffre di Alzheimer e autismo

La giornata mondiale contro la droga, che cade il 26 giugno di ogni anno, alla Comunità Incontro di Molino Silla ad Amelia è stata celebrata con un evento conviviale insieme alla Fondazione Carit che ha finanziato due nuovi progetti.

Alla serata hanno preso parte il presidente della Fondazione Carit, Luigi Carlini, il vicepresidente Ulrico Dragoni ed i membri del consiglio di amministrazione, accolti nell’auditorium di Molino Silla dal direttore di struttura, Giampaolo Nicolasi, dallo staff e dai ragazzi residenti impegnati nel percorso di recupero. La serata è stata anche l’occasione per ringraziare la Fondazione del prezioso contributo.

Due infatti sono i progetti che hanno ricevuto il contributo della Fondazione Carit. Si tratta di “Indipendente” il contenitore ideato dalla Comunità Incontro che racchiude in se tre nuove linee di intervento: INascolto, INclasse e INstrada che costituiscono una efficace rete socio-sanitaria per contrastare le dipendenze di ogni genere. È in particolare “INstrada” l’intervento con il maggior impatto sul territorio, poiché in questo caso la Comunità Incontro si propone di mettere a disposizione della popolazione i propri mezzi, in sinergia con la Croce rossa di Terni, per una serie di interventi di “prossimità” nelle piazze più a rischio di Terni, Narni, Amelia. Grazie ad una unità mobile itinerante, verranno intercettati direttamente sul campo, i soggetti che presentano predisposizione o familiarità con tutte le addiction, anche quelle di nuova generazione, quali ludopatie e disturbi comportamentali e a tutti coloro che ne richiedano l’intervento, la Comunità offrirà immediato supporto ed accoglienza presso la casa madre di Molino Silla.

L’altro progetto, sempre finanziato dalla Fondazione Carit, rappresenta una vera particolarità nell’ambito della mission della struttura di Amelia. Si tratta della realizzazione di due giardini terapeutici, i cosiddetti Healing Gardens, luoghi studiati per trattare, attraverso le essenze arboree, specifiche patologie, come l’Alzheimer, l’autismo e gli effetti delle dipendenze. Questi spazi sono strutturati appositamente per offrire stimoli sensoriali, tattili, olfattivi, uditivi e visivi, che aiutano il rilassamento. La presenza di piante profumate, aromatiche e dalla fioritura prolungata favoriscono in queste oasi naturali un percorso “sensoriale” con effetti terapeutici sul paziente avendo, in alcuni casi, la capacità di diminuire la somministrazione di farmaci.

Healing Gardens_Rendering-2I giardini terapeutici della Comunità Incontro, splendidi angoli botanici immersi nella valle di Silla, sono stati realizzati dai ragazzi residenti che in questi mesi hanno provveduto alla piantumazione di specie con particolari caratteristiche organolettiche e alla creazione del percorso sensoriale. Privi di qualsiasi barriera architettonica sono liberamente aperti al pubblico affinché anche le persone residenti in zona, affette da particolari patologie possano trovare sollievo nel verde terapeutico, insieme ad assistenti, amici o parenti che in questo caso possono disporre di uno spazio sicuro per trascorrere momenti con i propri cari, sotto l’occhio vigile degli operatori della Comunità. I giardini sono per la gran parte realizzati e già fruibili. Ora sarà il naturale scorrere del tempo e la cura quotidiana da parte degli ospiti della Comunità che consentirà a tali oasi di crescere e di assumere sempre più il classico aspetto rigoglioso del giardino.

Quello attuale è un momento particolarmente intenso per la comunità fondata da don Pierino Gelmini: oltre al quarantennale che nei prossimi mesi vedrà Molino Silla al centro di visite istituzionali ed eventi celebrativi, la comunità è pienamente coinvolta in una serie di incontri a livello nazionale per ridefinire le politiche contro le dipendenze, dando il proprio contributo in termini di esperienza e di conoscenza. “Con i due incontri al Viminale con il ministro dell’Interno Matteo Salvini e quelli alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica dedicati alla Giornata mondiale contro la droga – ha affermato Giampaolo Nicolasi responsabile di struttura della Comunità Incontro - abbiamo voluto rimettere al centro del dibattito politico ed istituzionale un tema che, per troppi anni, è stato avvolto dal silenzio. Momenti di confronto tra gli attori del servizio pubblico e privato, con la Comunità in prima linea, in vista di una riforma del sistema e di interventi ormai non più procrastinabili”.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

Torna su
TerniToday è in caricamento