Provincia TerniToday

Lugnano in Teverina, nuove eccezionali scoperte nella necropoli dei bambini

Roberto Montagnetti spiega :"Durante le indagini archeologiche sono emersi depositi di materiali molto più antichi rispetto alla cronologia degli altri reperti" nella villa di Poggio Gramignano

foto tratta da facebook

Un’ipotesi affascinante, alla quale stanno lavorando gli archeologici ed i ricercatori di tre università statunitensi ossia Arizona, Yale e Stanford University. Potrebbe infatti trovarsi su un sito ancora più antico, di quello individuato, la necropoli della villa di Poggio Gramignano a Lugnano in Teverina. Gli interventi sono coordinati dal professor David Soren che per primo scoprì il sito, con la collaborazione di Soprintendenza archeologica, Belle arti e paesaggio dell’Umbria e comune di Lugnano in Teverina.

Roberto Montagnetti spiega i dettagli dell’intervento

La campagna di scavo 2018 ha permesso di costatare quanto fossero grandi le dimensioni dell’insediamento – sottolinea il ricercatore- Durante le indagini archeologiche sono emersi depositi di materiali molto più antichi rispetto alla cronologia degli altri reperti, portando così ad ipotizzare che la villa occupasse un sito preesistente molto più antico”.

Il nuovo progetto prevede quindi l’ampliamento delle aree di scavo per far luce ulteriormente sull’evoluzione storico-insediativa che caratterizzò il sito. Nelle intenzioni di ricercatori e istituzioni c’è poi il progetto di valorizzazione e musealizzazione dell’area in modo da renderla fruibile anche al pubblico. A Poggio Gramignano gli archeologi scavano da tre anni sui resti di un'antica villa di epoca romana, riportata alla luce proprio dall'Università dell'Arizona dal 1988 al 1993. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La necropoli dei bambini è un ritrovamento archeologico risalente all'epoca romana e consistente in una numerosa serie di sepolture le quali, sulla base delle ceramiche venute alla luce sono state datate intorno alla metà del V Secolo. E’ stata ribattezzata dei bambini proprio perché i corpi ritrovati sono esclusivamente di neonati oltre alcuni feti abortivi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Comune di Terni, la proposta: “Rendere obbligatorio l’utilizzo delle mascherine durante gli spostamenti in luoghi frequentati”

  • Test a tappeto anti Covid19, tutti i comuni del Ternano coinvolti: luoghi, date e persone interessate

  • Sciame di piccole scosse di terremoto nel territorio ternano: sale la preoccupazione

  • Momenti di tensione in piazza della Repubblica a Terni, interviene il servizio interforze

  • Scompare nel nulla, ricerche a tappeto nel Ternano: in volo anche un elicottero dei vigili del fuoco

  • Cronaca di Terni, tentata aggressione al percorso fluviale dopo il fattaccio: “Ferito il mio cane”

Torna su
TerniToday è in caricamento