Provincia TerniToday

Ordinanza sui gatti: "L'amministrazione si è mossa in maniera saggia"

Il primo cittadino di Montecastrilli Fabio Angelucci: "Abbiamo cercato di dare risposte per favorire la pacifica convivenza"

Il sindaco di Montecastrilli Fabio Angelucci, a seguito dell’ordinanza che riguarda l'abitato Quadrelli dichiara: “Vorrei spiegare il percorso e le motivazioni che hanno portato L’amministrazione e quindi in primis il sottoscritto ad emettere l’ordinanza contingibile ed urgente in questione. In seguito a lamentele verbali dei cittadini residenti, che ci facevano notare la carenza di condizioni igienico-sanitarie in via della Portella fraz. di Quadrelli di fronte ai giardini di pertinenza dell’asilo nido, di una struttura ricettiva per anziani e un piccolo giardino pubblico con dei giochi per i bambini, è stato predisposto un sopralluogo del servizio di Polizia Municipale. Dal verbale di sopralluogo è emersa la carenza di condizioni igienico sanitarie, considerando che i soggetti fruitori di quei giardini sono considerati potenzialmente sensibili a tali condizioni di carenza igienico sanitarie, si è cercato di risolvere il problema dando una risposta in grado di risolvere i problemi di igiene ambientale e di alimentazione dei gatti randagi – afferma il primo cittadino - Quindi sono state convocate le persone che alimentavano i gatti ed è stata prospettata loro una soluzione che prevede l’alimentazione dei gatti al di fuori del centro abitato a pochi metri dal luogo in questione, distanze comprese tra 50 e 300 metri. È stato poi fatto un sopralluogo presenti il Vicesindaco la Polizia Municipale ed il signor Moscatelli Giuseppe dove sono state individuate le possibili zone di alimentazione che hanno il vantaggio di essere a pochi metri di distanza dai luoghi sopracitati e in più sono a confine con la campagna che non è altro che l’espressione della libertà di vita dei gatti sopracitati. Purtroppo dopo aver messo in atto questo percorso, ed avendo condiviso le soluzioni, la situazione non è cambiata anzi in gesto di sfida si è continuato ad alimentare gli animali nelle medesime condizioni e quindi perdurando le precarie condizioni igieniche abbiamo emesso l’ordinanza in questione la quale non pregiudica il percorso fatto ma lo mette in evidenza e permette di alimentare i gatti a pochi metri di distanza e permette la fruizione dei giardini in sicurezza. Io penso che l’amministrazione si sia mossa in maniera saggia – osserva Angelucci - cercando di dare delle risposte che favoriscono la pacifica convivenza di tutte le categorie qui rappresentate però si è cercato di far passare un messaggio falso è tendenzioso dicendo che il sindaco vieta l’alimentazione dei gatti randagi cercando di mettere nella gogna mediatica il sottoscritto. Questo è facile in un mondo in cui la saggezza popolare è stata soppiantata dall’ignoranza del web e di alcuni media che non approfondiscono le notizie ma le danno in pasto come fossero crocchette per aumentare la propria audience e quindi i profitti. Ma una cosa che mi rende fiducioso per il futuro della nostra società e che fra i tanti commenti del web dati senza approfondimenti e senza pensare ci sono una percentuale di persone che sono riusciti a capire e riflettere e che alla fine con i loro post hanno prevalso sull’idiozia. Sperando sempre che i loro geni non si disperdano ma che diano degli eredi che facciano crescere questa società".

Giuseppe Moscatelli vicepresidente ENPA

“Visto che sono stato tirato in ballo sia come guardia zoofila che rappresentante di Enpa invito tutti coloro che hanno dei dubbi a recarsi sul posto in via della Portella e visionare sia il parcheggio antistante la residenza per anziani Villa Canali che il parcheggio a spina di pesce lungo la strada medesima. Oltre il parcheggio...oltre la rete che delimita lo spazio percorribile con le auto o a piedi c'è il bosco. E' in quel bosco lontano dall'asilo (mi preme richiamare l'attenzione su come educare i bambini al rispetto degli animali) fuori da ogni possibile "offesa allo sguardo" che i randagi vengono alimentati esclusivamente con crocchette e acqua in ciotole metalliche e non piatti di plastica svolazzanti che possono effettivamente deturpare l'ambiente. Da sopralluoghi effettuati sul posto insieme all'assessore ho espressamente chiesto la posa in opera di una minicasa portattrezzi da giardino che con una semplice modifica alla porta permette agli animali di nutrirsi e dissetarsi togliendo il disturbo visivo a quei solerti cittadini che si sentono minacciati dai gatti. La casetta garantisce la possibilità di alimentarli anche in condizioni climatiche avverse. Non dimenticate poi che...i gatti non sono piovuti dal cielo. Sono gatti inizialmente di proprietà lasciati liberi e non sterilizzati che si sono riprodotti e che continueranno a riprodursi se come colonia felina riconosciuta non si interviene con una sterilizzazione di massa. La legge è chiara. La legge prevede le colonie feline anche nei centri storici. Personalmente e come Enpa sono per il rispetto della legge”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Scomparso da quasi un anno, ritrovato su un treno a Pisa. I poliziotti: era smarrito e confuso

  • Incidente stradale, moto contro furgone: schianto terribile, ternano trasferito d’urgenza all’ospedale di Firenze

  • Dramma a Terni, trovato morto in casa: sul posto vigili del fuoco e polizia

  • Nuova gestione per un locale storico della movida ternana

  • Colpo di scena a 'Uomini e donne': la ternana Martina Nasoni verso il trono più ambito

Torna su
TerniToday è in caricamento