Provincia TerniToday

“Il borgo dei borghi”, Lugnano in Teverina partecipa alla grande sfida di Rai 3

La Chiesa Collegiata, la necropoli di Poggio Gramignano e le tisichelle protagonisti della trasmissione televisiva. Il vicesindaco Dimiziani: cercheremo di arrivare in finale

Domani e mercoledì, 2 e 3 luglio, le telecamere di Rai 3 giungeranno a Lugnano in Teverina per le riprese - sia da terra che con il drone - che saranno protagoniste in prima serata a partire dal prossimo autunno per l'edizione 2019/2020 della trasmissione “Il borgo dei borghi… La grande sfida”.

Infatti Lugnano in Teverina sarà uno dei tre borghi umbri a partecipare alla trasmissione televisiva che sta facendo grandi record di ascolto nel palinsesto nazionale Rai.

C’è grande attesa in paese per questo evento – dice il vicesindaco, Alessandro Dimiziani - e fervono già i preparativi per far ben figurare il borgo della Teverina che cercherà di qualificarsi alla serata finale, dopo la selezione primaria con altri 60 borghi italiani”.

Spin off del Kilimangiaro, Il borgo dei borghi, in onda su Rai Tre, con il suo format ha subito conquistato il pubblico, non solo gli abitanti dei borghi, ma gli italiani tutti, colpiti dalle immagini mozzafiato di quelli che – dell’Italia – sono veri e propri gioielli. Condotta da Camila Raznovich e da Philip Daverio, la trasmissione ha il meccanismo d’una vera e propria gara: per tre sere, si sfidano tra loro venti borghi a serata (uno per regione) e i venti più votati arrivano alla fase finale.

Nel 2018/2019 il voto combinato di televoto e giuria degli esperti ha portato alla proclamazione di Petralia Soprana come vincitore assoluto, battendo l’abruzzese Guardiagrele (4° classificato), il veneto Mel (3° posto) e il laziale Subiaco (2° classificato). Un vincitore, questo, che arriva dopo il trionfo di Gradara (nell’edizione 2018) e di Venzone (nell’edizione 2017).

L’amministrazione comunale di Lugnano ha già coinvolto le associazioni locali per una fattiva collaborazione e per preparare al meglio il paese. I riflettori saranno chiaramente puntati sulle eccellenze artistiche e architettoniche di Lugnano con i vicoli del borgo, la splendida Chiesa Collegiata, il museo civico, la chiesa ed il convento di San Francesco con il quadro di Grazia Cucco, ma soprattutto sulla presenza degli archeologi americani impegnati attualmente negli scavi archeologici della villa romana di Poggio Gramignano.

Anche la collezione mondiale degli ulivi e le terme di Ramici saranno protagonisti del video che verrà girato dalla Rai, a testimonianza di un ricco patrimonio non solo artistico ma anche ambientale da parte del borgo lugnanese. Ci sarà spazio anche per le antiche tradizioni come il corteo storico, l’artigianato con una tessitrice locale, i personaggi particolari del luogo ed i proverbi, i cammini dell’Amerino e naturalmente i prodotti tipici che per l’occasione sono il biscotto di Sant’Antonio e le tisichelle.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

Torna su
TerniToday è in caricamento